Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

red-stile-vita-attivo-proms

Azioni
Caricamento...

Stile di vita attivo

Per mantenersi in buona salute è necessario “muoversi” cioè camminare, ballare, giocare, andare in bicicletta. La sedentarietà abituale, oltre a predisporre all’obesità, può compromettere altri aspetti della salute. Uno stile di vita poco attivo è un fattore di rischio per patologie come la cardiopatia coronarica, il diabete e il tumore al colon.

Ricordati, una vita attiva è lo strumento migliore per prevenire molte patologie! Un buon livello di attività fisica contribuisce ad abbassare i valori della pressione arteriosa e quelli dell’ipercolesterolemia, a prevenire malattie cardiovascolari, obesità e sovrappeso, diabete, osteoporosi; contribuisce, inoltre, al benessere psicologico riducendo ansia, depressione e senso di solitudine. Per i bambini e i ragazzi la partecipazione ai giochi e ad altre attività fisiche, sia a scuola che durante il tempo libero, è essenziale per:

  • un sano sviluppo dell’apparato osteoarticolare e muscolare
  • il benessere psichico e sociale
  • controllare il peso corporeo
  • favorire il funzionamento degli apparati cardiovascolare e respiratorio

Sport e attività fisica contribuiscono ad evitare, nei giovani, l’instaurarsi di comportamenti sbagliati, quali l’abitudine a fumo e alcol e l’uso di droghe. Uomini e donne di qualsiasi età possono trarre vantaggio anche solo da 30 minuti di moderato esercizio quotidiano. Non è necessario dedicarsi ad un’attività specifica. L’attività fisica può essere di tipo sportivo oppure connessa con le attività quotidiane, ad esempio, spostarsi a piedi o in bicicletta per andare a lavoro o a scuola, usare le scale invece dell’ascensore, dedicarsi ai lavori di giardinaggio, portare a spasso il cane. Praticare con regolarità attività sportive (nuoto, tennis, basket, ecc.) almeno 2 volte a settimana aiuta a:

• aumentare la resistenza
• aumentare la potenza muscolare
• migliorare la flessibilità delle articolazioni
• migliorare l’efficienza di cuore e vasi e la funzionalità respiratoria
• migliorare il tono dell’umore.

In alternativa è consigliabile utilizzare il fine settimana per lunghe passeggiate e/o gite in bici, ballo e nuotate in piscina.

I Consigli degli esperti

Ricorda che il movimento è essenziale per prevenire molte patologie.

  • cerca di essere meno sedentario: la sedentarietà predispone all’obesità
  • cambini e ragazzi devono muoversi sia a scuola sia nel tempo libero, meglio se all’aria aperta
  • l’esercizio fisico e fondamentale anche per gli anziani
  • muoversi significa camminare, giocare, ballare e andare in bici
  • se possibile, vai al lavoro o a scuola a piedi o in bicicletta
  • se puoi evita l’uso dell’ascensore e fai le scale
  • cerca di camminare almeno 30 minuti al giorno, tutti i giorni, a passo svelto
  • sfrutta ogni occasione per essere attivo (lavori domestici, giardinaggio, portare a spasso il cane, parcheggiare l’auto più lontano)
  • pratica un’attività sportiva almeno 2 volte a settimana (o in alternativa usa il fine settimana per passeggiare, andare in bici, nuotare, ballare).

Per sostenere l'abitudine ad uno stile di vita attivo sono presenti su tutto il territorio regionale iniziative raccomandate per favorire uno stile di vita attivo, quali: "gruppi di cammino", "pedibus", "progetti scale per la salute", iniziative che hanno una ricaduta di salute sia in termini strettamente sanitari (prevenzione patologie cronico degenerative, miglioramento ambientale, ecc.) che psico – sociali (maggiore consapevolezza e responsabilità civile, educazione all’autonomia, promozione della socializzazione, ecc.) con un impatto non solo sulla popolazione che vi partecipa (giovani, anziani, portatori di patologia, ecc.) ma anche sulle famiglie e sui volontari coinvolti (con il ruolo di “autisti” e “accompagnatori” nel Pedibus e di “walking leader” nei Gruppi di cammino), sulle amministrazioni locali determinanti nella realizzazione e nella gestione “sul campo”.

(Fonte: Ministero della Salute)

La scheda curata dall'Istituto Superiore di Sanita è disponibile al seguente link

 

I “Gruppi di cammino” sono gruppi di persone che si ritrovano regolarmente in un luogo definito per camminare insieme, inizialmente “guidati” da operatori e poi via via resi autonomi. In alcune realtà lombarde la partecipazione ai gruppi è divenuta una possibile “prescrizione” effettuata da Medici di Medicina Generale che partecipano al progetto, a pazienti portatori di specifici fattori di rischio o malattie (sovrappeso, obesità, ipertensione, diabete, ecc.).

Per conoscere i Gruppi attivi  sul territorio consulta le pagine delle Aziende di Tutela della Salute (ATS)  dedicate alla Promozione della Salute.

Pedibus

Il Pedibus è la trasformazione del tragitto scuola - casa, normalmente percorso in autobus o in auto, in percorso pedonale.

E' un gruppo di bambini che va e torna da scuola a piedi, accompagnato da adulti che controllano il gruppo con un capofila e più controllori che chiudono la fila.E' come un vero percorso di scuolabus,  parte da un capolinea e seguendo un percorso stabilito (percorso casa- scuola e viceversa), raccoglie i piccoli passeggeri alle fermate predisposte lungo il cammino, ad un orario stabilito.

Quali i benefici?

Salute: camminare permette ai bambini di essere più attivi e migliorare la loro condizione psico-motoria

Movimento: ridurre la sedentarietà e svolgere esercizio fisico quotidianamente

Socializzazione: chiaccherare e fare nuove amicizie

Educazione stradale:acquisire "abilità pedonali", conboscere la segnaletica, acquisire maggiore sicurezza, orientamento ed autonomia

Ambiente: ridurre il traffico intorno alle scuole, l'inquinamento acustico e atmosferico per avere aria più pulita

In Lombardia il pedibus è ormai una realtà consolidata, attualmente  sono stabilmente attive più di 500 linee.

 

Per conoscere le iniziative sul territorio consulta i siti delle Aziende di Tutela della Salute alle pagine dedicate  dedicate alla Promozione della Salute.

Scale per la salute

La promozione dell'uso delle scale è uno degli interventi più semplici ed efficaci nel contrastare la sedentarietà.

Revisioni sistematiche della letteratura scientifica hanno infatti dimostrato che richiami scritti all’uso delle scale, in sostituzione dell’ascensore o delle scale mobili, collocati in punti strategici, spingono le persone a essere più attive.


L'intervento si è dimostrato efficace nelle più varie situazioni (grandi magazzini, stazioni, biblioteche universitarie, banche, uffici) e nei diversi gruppi di popolazione considerati: uomini e donne, giovani e anziani, normopeso e obesi.

Per conoscere le iniziative sul territorio consulta i siti delle Aziende di Tutela della Salute alle pagine  dedicate alla Promozione della Salute.

2015-2018 Regional Prevention Plan of Lombardy (Northern Italy) and sedentary prevention: a cross-sectional strategy to develop evidence-based programmes. Articolo tratto da Epidemiologia & prevenzione (2016)

Promozione della attività fisica e contrasto alla sedentarietà: programmi di sanità pubblica in Lombardia - Maggio 2014. Regione Lombardia -UO Prevenzione

L'invecchiamento attivo come politica di Welfare - Rapporto finale, novembre 2012. Eupolis Lombardia

La Carta di Toronto per l'attività fisica: una chiamata globale all'azione.Traduzione italiana autorizzata da GAPA a cura della Rete degli esperti italiani.

Attività fisica per i decisori politici. Motivi per cui supportare l'attività fisica. Iconografia sviluppata da Alberta Centre for Active living. Traduzione a cura della  UO Prevenzione- Regione Lombardia

- Linee di indirizzo sull’attività fisica per le differenti fasce d’età e con riferimento a situazioni fisiologiche e fisiopatologiche e a sottogruppi specifici di popolazione. Ministero della Salute - Ufficio 8.

- Sito Direzione Generale Giovani e Sport

- Alleanze per i diritti di cittadinanza in salute -  video del convegno organizzato dalla Uisp nazionale in occasione del Festival dell'Economia (Trento, giugno 2019)

- Sito Safe Routes - National Centre for Safes Routes to School

Le iniziative della ATS Brianza per promuovere uno stile di vita attivo

Protocollo Intesa RL_CONI

Documento PDF - 82 KB

Poster Attività fisica per i decisori politici - ver_it

Documento PDF - 750 KB

06/11/2019