Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

red-alimentazione-proms

Azioni
Caricamento...

Alimentazione

Più frutta, verdura e legumi

Un’ alimentazione ricca di frutta, verdura e con un adeguato contenuto di cereali e legumi protegge dalla comparsa di diverse patologie, in particolare alcuni tipi di tumori e malattie cardiovascolari ed aiuta a mantenere il peso corporeo nella norma.

Mangia a colori

Un consumo adeguato di frutta e verdura, oltre a mantenere l’equilibrio energetico, apporta anche un rilevante contenuto di vitamine, minerali; l’arancia, il pomodoro e il kiwi, ad esempio, sono ricchi di vitamina C, la carota e l’albicocca di pro-vitamina A, gli ortaggi a foglia verde e alcuni legumi di acido folico; anche i cereali contengono vitamine importanti per il nostro organismo quali la tiamina e la niacina. Gli effetti benefici del consumo di frutta, verdura e legumi dipendono anche dal fatto che alcuni loro componenti svolgono un’azione protettiva, prevalentemente di tipo antiossidante, contrastando così l’azione di radicali liberi, coinvolti in processi di invecchiamento e in reazioni che sono all’origine di diverse forme tumorali. Per mantenere il peso corporeo nella norma è importante privilegiare alimenti poveri di grassi, ma di alto valore nutrizionale come verdura, frutta cereali e legumi.

Varia spesso le tue scelte

Il modo più semplice e sicuro per garantire un apporto adeguato di energia e nutrienti è quello di variare il più possibile le scelte e di combinare, opportunamente, i diversi alimenti. I principali gruppi di alimenti, (oltre quello costituito dalla verdura e dalla frutta che deve essere sempre presenti a tavola), sono:

  • cerali (esempio pane, pasta, riso ecc) che devono essere presenti ad ogni pasto principale
  • latte e derivati la cui funzione principale è fornire calcio in forma altamente assorbibile e utilizzabile dall’organismo
  • pesce, carne e uova che forniscono proteine di alta qualità
  • grassi da condimento, il cui consumo deve essere contenuto, dando la preferenza all’olio extravergine di oliva.
     

I consigli degli esperti

A tavola varia le tue scelte

  • bevi acqua in quantità adeguata alle esigenze del tuo organismo
  • fai sempre una sana prima colazione ed evitare di saltare i pasti
  • Mangia almeno 3 porzioni di frutta e 2 porzioni di verdura ogni giorno
  • Per una dieta equilibrata consuma quotidianamente cereali (pane – pasta – riso – ecc)
  • Consuma il pesce almeno 2-3 volte alla settimana (fresco o surgelato)
  • Ricordati che i legumi forniscono proteine di buona qualità e fibre
  • Limita il consumo di grassi, soprattutto quelli di origine animale, privilegiando l’olio extra vergine di oliva
  • Riduci il sale
  • Limita il consumo di dolci e di bevande caloriche nel corso della giornata
  • Evita le diete “fai da te” e rivolgiti sempre al tuo medico di fiducia.

(Fonte: Ministero della Salute)

Campagna pane ridotto contenuto sale

L'accordo, per l’attuazione dell’iniziativa regionale “Con meno sale nel pane c'è più gusto e...guadagni in salute", siglato il 31 dicembre 2010 tra Regione Lombardia e Unione Regionale Panificatori Lombardia, Confcommercio Lombardia Imprese per l’Italia, Fiesa Confesercenti regionale Lombardia e AIBI/ASSITOL, è stato esteso il 14 settembre 2011 anche ad altre due Associazioni, CNA Alimentare Lombardia e Confartigianato Alimentare Lombardia .

Questa ulteriore estensione dell’accordo rappresenta una nuova opportunità per incrementare la diffusione e la stabilizzazione della produzione e vendita di pane con ridotto contenuto di sale in Lombardia, considerato che la riduzione dell'assunzione di sale con la dieta è un obiettivo di salute pubblica di estrema importanza che deve essere fruibile da tutti i cittadini lombardi.

La produzione e vendita di pane con ridotto contenuto di sale, rispettando gusto, fragranza e qualità, è promossa dalle Associazioni di categoria presso tutti i panificatori associati in modo stabile e senza differenza di prezzo; la diminuzione prevede una riduzione del quantitativo di sale nel pane dal 2% all’1,7% (riferito alla farina).

La diminuzione dell'assunzione di sale con la dieta è un obiettivo di salute pubblica infatti un consumo eccessivo determina un aumento della pressione che a sua volta aumenta il rischio di insorgenza di gravi malattie, come l'infarto e l'ictus. Un’iniziativa che punta, dunque, a dare il buon esempio per una migliore qualità della vita, anche con il coinvolgimento dei settori produttivi in un'ottica di sussidiarietà.

L'auspicio è che questo intervento si diffonda in tutto territorio regionale e che l’offerta si stabilizzi nel tempo. La Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia sta effettuando il monitoraggio dell’iniziativa con le Associazioni firmatarie e con modalità condivise e sta supportando l’iniziativa a livello locale mediante la collaborazione delle Aziende di Tutela della Salute (ATS).

L'elenco dei panifici che producono pane con ridotto contenuto di sale è disponibile su questo e sui siti delle associazioni di rappresentanza che collaborano al progetto e su ed è periodicamente aggiornato. Per rendere riconoscibile al consumatore la disponibilità di pane a ridotto contenuto di sale, i negozi espongono all'esterno del punto vendita la vetrofania e la locandina illustrativa “Con meno sale nel pane c'è più gusto e...guadagni in salute".

L'iniziativa, promossa dal Ministero della Salute, è contrassegnata dal logo "Guadagnare salute”.

 

Risorse

Il Progetto cuore - Istituto Superiore di Sanità 

Accordo con panificatori

Documento PDF - 3,27 MB

Panificatori e punti vendita aderenti - Anno 2018

Documento PDF - 1.015 KB

Vetrofania

- 1,07 MB

Locandina

- 2,29 MB

Il percorso nasce dalla disponibilità dell’Associazione Italiana Celiachia Lombardia Onlus (AIC) di riorientare il proprio progetto “In fuga dal Glutine”, in coerenza con i principi del Modello Scuola che Promuove Salute (SPS) in Lombardia, in collaborazione con le Aziende di Tutela della Salute.

L’intervento è stato realizzato sperimentalmente nell’anno scolastico 2014 – 2015 sui territori delle ex ASL di Sondrio, Lodi, Cremona, Mantova, inserendosi nella normale attività realizzata dalle ex ASL nel setting scolastico (area promozione salute e area igiene degli alimenti e della nutrizione), fattore di garanzia per sostenibilità organizzativa anche ai fini di trasferibilità.

Vi hanno partecipato le Scuole (IC) aderenti alla Rete SPS con alunni celiaci o che hanno evidenziano specifiche problematiche in tema di celiachia.

Dopo la prima fase di sperimentazione, il percorso è a regime ed è realizzato, in collaborazione con le ATS, nelle scuole che manifestano interesse.

Il progetto è stato presentato in occasione della manifestazione nazionale “Costruiamo insieme la salute” (Orvieto, ottobre 2014) ed è stato inserito nel Piano di Prevenzione  regionale, per il triennio 2015-2018.

In allegato sono disponibili i report locali relativi alla sperimentazione (a.s. 2014-2018)

L'iniziativa è a regime ed realizzata in tutte le scuole interessate grazie alla collaborazione tra insegnanti, operatori ATS, genitori e l’Associazione Italiana Celiachia Lombardia Onlus (AIC).

 

 

Report regionale percorso sperimentale a.s. 2014/2015

Documento PDF - 696 KB

Report sperimentazione a.s.2014-2015

Documento compresso - 1,31 MB

Non solo glutine - presentazione esiti

Documento PDF - 1,22 MB

Alimentazione sostenibile e Spreco alimentare sono due tematiche interconnesse alla cui base si pongono: la parola chiave "responsabilità" declinata per ciascuno dei soggetti coinvolti in quello che possiamo chiamare " un processo vitale" quale è l'alimentazione per l'esistenza individuale e delle comunità e la " dimensione etica" di tale esistenza.

In particolare, Regione Lombardia è coinvolta nella "filiera" della responsabilità:

  • nei programmi di promozione della salute nel setting scolastico (Rete "Scuole che promuovono salute_ SPS Lombardia)
  • nel setting ambiente di lavoro (Rete " Aziende che promuovono salute - WHP Lombardia) che rappresenta significative opportunità per azioni di natura informativa, educativa, organizzativa finalizzate ad un cambiamento culturale, e quindi comportamentale
  • in relazione agli aspetti di natura igienico-sanitaria riferiti al "recupero" di derrate da ridistribuire 

Protocollo Intesa RL- Sodalitas

Documento PDF - 56 KB

Piano nazionale di Prevenzione degli sprechi alimentari

Documento PDF - 442 KB

 - Il Programma Frutta e Verdura nelle Scuole 
Programma  promosso dall’Unione Europea, coordinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e forestali e svolto in collaborazione con il
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero della Salute, Agea, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano.E' rivolto ai bambini che frequentano la scuola primaria (6-11 anni) e ha lo scopo di incrementare il consumo dei prodotti ortofrutticoli e di accrescere la consapevolezza dei benefici di una sana alimentazione.

- Progetto “FOOD per un pasto equilibrato fuori casa
Progetto co finanziato dall'Unione Europea 

 - Mangia a colori. Frutta e verdura 5 porzioni al giorno anche fuori casa
Opuscolo del Ministero della Salute con i consigli per una corretta alimentazione 

Linee Guida per l'educazione alimentare - MIUR 

- Guida alimentazione equilibrata per un pasto sano fuori casa. A cura di Edenred nell'ambito del progetto europeo FOOD

Un’alimentazione sana per i giovani in Europa. Guida scolastica di educazione alimentare 
A cura di Rachael Dixey, Ines Heindl, Isabel Loureiro, Carmen Pérez – Rodrigo, Jeltje Snel & Petra Warnking. Traduzione: Marcello Comba e Germana Muscolo

 

13/02/2018