Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

red-smettere-di-fumare-proms

Azioni
Caricamento...

Smettere di fumare

Una sigaretta, oltre al tabacco, contiene molti componenti e, ad ogni boccata, durante la combustione, si sprigionano più di 4.000 sostanze chimiche. Tra le più pericolose, il catrame contiene sostanze cancerogene che si depositano nel polmone e nelle vie respiratorie e sostanze irritanti che favoriscono infezioni, bronchite cronica ed enfisema.
La nicotina, inoltre è un alcaloide che influenza il sistema cardiovascolare e nervoso e induce dipendenza.

Il fumo danneggia il sistema riproduttivo dell’uomo e della donna, riducendo la fertilità.
Durante la gravidanza il fumo ha molti effetti nocivi sul feto ed è il maggiore fattore di rischio di basso peso alla nascita;  può causare aborti spontanei e complicazioni durante la gravidanza.
Smettere di fumare durante la gravidanza previene, inoltre, l’asma nei bambini.

Se fumi e sei un genitore o sei in contatto abituale con i bambini, evita di fumare almeno in loro presenza, perché il fumo passivo può causare infezioni polmonari nei neonati, irritazione agli occhi, tosse e disturbi respiratori ed aumentare il rischio  di crisi d’asma e otiti.
In ogni caso il fumo passivo è dannoso per chi sta intorno ad un fumatore.

Perché smettere di fumare?

Ecco dei validi motivi

  • entro 20 minuti si normalizzano pressione arteriosa e battito cardiaco, torna normale la temperatura di mani e piedi.
  • entro 8 ore scende il livello di anidride carbonica nel sangue, si normalizza il livello di ossigeno nel sangue
  • entro 24 ore si diminuisce il rischio di attacco cardiaco
  • entro 48 ore iniziano a ricrescere le terminazioni nervose, migliorano olfatto e gusto
  • entro 72 ore si rilassano i bronchi, migliora il respiro e aumenta la capacità polmonare
  • da 2 settimane a 3 mesi migliora la circolazione, camminare diventa sempre meno faticoso
  • da 3 a 9 mesi diminuiscono affaticamento respiratorio e altri sintomi come la tosse, aumenta il livello generale di energia

Entro 4 anni la mortalità da tumore polmonare per il fumatore medio (un pacchetto al giorno) scende da 137 per centomila persone a 72.

Dopo dieci anni scende a 12 per centomila che è la normalità.

Entro 10 anni le cellule precancerose vengono rimpiazzate, diminuisce il rischio di altri tumori: alla bocca, alla laringe, all’esofago, alla vescica, ai reni e al pancreas.

Smettere di fumare da soli è possibile.

E Allora?

Cosa fare e a chi rivolgersi

E’ bene ricordare che le prime 24 ore dall’ultima sigaretta sono le più difficili e nei primi 4 giorni sono più intensi i sintomi dell’astinenza, che tendono ad attenuarsi dalla prima settimana al primo mese, mentre sensazioni di malessere (come affaticabilità, irritabilità, difficoltà di concentrazione, aumento dell’appetito, ecc.) possono persistere anche per alcuni mesi.
Se non si riesce a smettere da soli la cosa migliore da fare è consultare  il proprio medico di famiglia e decidere insieme un percorso. La scienza ha dimostrato che maggiore è il supporto che si riceve, più alta la probabilità di smettere di fumare in modo definitivo.

Le strategie per smettere di fumare oggi comprendono:

 - terapie famacologiche: la terapia con i sostitutivi della nicotina (NRT), il Bupropione e la Vareniclina aiutano i fumatori ad astenersi e ad alleviare i sintomi di astinenza
- il sostegno psicologico di operatori specializzati, sia vis a vis che telefonico, facilita la decisione al cambiamento, aiuta a rafforzare le motivazioni: le terapie di gruppo aggiungono alle strategie cognitive e comportamentali  la condivisione dei problemi e delle motivazioni con altri fumatori.

I consigli degli esperti

  • ricorda che smettere di fumare è possibile
  • il desiderio impellente della sigaretta dura solo pochi minuti
  • i sintomi dell’astinenza si attenuano già nella prima settimana
  • già dopo 20 minuti dalla cessazione del fumo si hanno i primi effetti benefici
  • non tutti ingrassano quando si smette di fumare e comunque l’incremento di peso è moderato (2-3 chili)
  • quando si smette di fumare è bene bere abbondantemente, aumentare il consumo di frutta e verdura e muoversi di più
  • se non riesci  a smettere da solo consulta il tuo medico di famiglia
  • alcuni farmaci e un supporto psicologico sono validi aiuti per mantenere le proprie decisioni
  • le ricadute non devono scoraggiare: esse possono essere utili per riconoscere e affrontare i momenti critici
  • non fumare salvaguarda la salute di chi ti sta intorno, soprattutto quella dei bambini
  • senza “fumo” ti arricchisci non solo in salute ma anche economicamente

(Fonte: Ministero della Salute)

Le iniziative regionali

In occasione della  Giornata Mondiale senza tabacco promossa dalla OMS e che si celebra ogni anno,  la DG Welfare organizza dei workshop che costituiscono  momenti di confronto e dibattito tra esperti e stakeholder oltre che un'occasione per fare il punto sullo stato dell'arte e sulle azioni messe in campo dal sistema socio sanitario per contrastare il fumo di tabacco.

 

World no tobaco

Regione Lombardia anche nel 2019 per celebrare la giornata Mondiale senza tabacco, ha organizzato un workshop  a Milano, Palazzo Sistema -Sala Convegni, via Taramelli 26. L'evento (vedi programma allegato) è stato organizzato  in collaborazione con LILT - Sezione di Milano e SITab, con le quali Regione Lombardia ha formalizzato un percorso di collaborazione avviato ormai da tempo mediante la sottoscrizione di protocolli d'Intesa.

Il Workshop era rivolto a tutti gli operatori e professionisti che intervengono a vario titolo nei processi di promozione di stili di vita favorevoli alla salute, prevenzione dei fattori di rischio comportamentali, diagnosi precoce e cura di malattie cronico – degenerative, nel percorso di presa in carico del paziente cronico e nel percorso di trattamento del tabagismo, nelle strutture sanitarie e sul territorio (ATS, ASST, IRCCS, ATS, MMG, PDF, Associazioni, Terzo Settore, ecc.).

All'iniziativa inoltre hanno partecipato numerosi studenti e professionisti in formazione (Corso MMG, Medicina e Chirurgia, Medici in Specialità, Scienze Infermieristiche, Ostetriche, Assistenza Sanitaria, Professioni sanitarie della prevenzione, Servizio sociale e politiche sociali, Educatori professionali, Psicologi, ecc.) 

I protocolli sottoscritti con LILT Lombardia e SITab sono una importante  testimonianza dell’impegno di Regione Lombardia nella promozione e nello sviluppo di programmi per la promozione di stili di vita e ambienti favorevoli alla salute e la prevenzione dei fattori di rischio comportamentali delle malattie cronico-degenerative. 

Sul territorio Aziende di Tutela della Salute per promuovere la cultura della prevenzione, in coerenza con i Piani Integrati di Promozione della Salute, organizzano ogni anno, in occasione delle giornate mondiali,  eventi ed iniziative con il coinvolgimento degli Enti del sistema socio sanitario e gli stakeholders del territorio.

In allegato il programma della giornata e le presentazioni dei relatori.

Programma convegno 2019

Documento PDF - 312 KB

Presentazioni convegno 2019

Documento compresso 7-Zip - 17,38 MB

Regione Lombardia, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco 2017, ha organizzato a Milano - Palazzo Pirelli in collaborazione con LILT il workshop:

“Programmi, alleanze, esperienze, nuove sfide per la prevenzione del tabagismo in Lombardia” .

Nel corso dell'evento, rivolto agli operatori del sistema sociosanitario, Associazioni e Scuole, sono intervenuti l'Assessore al Welfare e il Presidente della LILT Milano che hanno sottoscritto il "Protocollo d'Intesa per lo sviluppo di programmi per la promozione di stili di vita e ambienti favorevoli alla salute e la prevenzione dei fattori di rischio comportamentali delle malattie cronico-degenerative".

Il protocollo è finalizzato a promuovere e sostenere lo sviluppo su tutto il territorio regionale di programmi intersettoriali, efficaci e sostenibili, finalizzati alla promozione di stili di vita e ambienti favorevoli alla salute ed alla prevenzione dei fattori di rischio comportamentali delle malattie cronico – degenerative, con particolare riferimento al tabagismo.

Protocollo d'Intesa RL-LILT

Documento PDF - 126 KB

Atti del convegno

Documento compresso - 9,02 MB

Programma convegno 2017

Documento PDF - 340 KB

Le iniziative della ATS Valpadana per celebrare la giornata mondiale senza fumo

- "Smettere di fumare ... Guida pratica da leggere, compilare e personalizzare" - Opuscolo Ministero della Salute

-"NON FUMARE è la scelta migliore che puoi fare" - Opuscolo Regione Lombardia, Ministero della Salute - guadagnare salute

- Guida ai servizi territoriali per la cessazione dal fumo di tabacco (aggiornamento aprile 2018). Istituto Superiore di sanità
Centro Nazionale Dipendenze e Doping 2018, viii, 213 p. (Strumenti di riferimento 18/S1)

- Fact sheet dell'Agenzia Europea per la salute e sicurezza sul lavoro ( OSHA) con i consigli per i fumatori, non fumatori e i datori di lavoro per la creazione di ambienti di lavoro sani

Orientamenti in merito all'utilizzo delle sigarette elettroniche nell'ambito delle politiche di contrasto ai danni da fumo. Ministero della Salute

- Il Trattamento del tabagismo. Manuale a cura Direzione Generale Sanità (ottobre 2003)

-Approfondimenti dal sito Ministero della Salute

Protocollo Intesa RL-SITab

Documento PDF - 138 KB

Protocollo Intesa RL- LILT

Documento PDF - 295 KB

Normativa nazionale

Documento compresso 7-Zip - 878 KB

Normativa regionale

Documento compresso 7-Zip - 1,19 MB

07/06/2019